BLACK FRIDAY: tutto il catalogo scontato del 30%! Fino al 29/11       vai allo shop

Cambio dell’ora… come combatterne gli effetti

Il cambio dell’ora durante la stagione autunnale ci regala un’ora sonno in più, ma può provocare stanchezza, difficoltà a dormire e sbalzi di umore, disturbi legati alla riduzione della quantità di ore di luce che vengono assorbite dall’organismo.

Un’ora è un piccolo cambiamento che ha però un grande impatto sul ritmo circadiano. La variazione del ciclo luce-buio è una fonte di stress per il corpo che deve adattarsi a questa nuova situazione. Si tratta di un disturbo che colpisce solo una piccola percentuale della popolazione italiana. Il ritorno all’ora solare è particolarmente negativo per tutte quelle persone che sono molto più attive alla mattina presto.

Per chi ha già difficoltà a riposare bene, si possono allungare i tempi di addormentamento e risveglio, andando a influire negativamente anche sulla capacità di concentrazione. Inoltre gli effetti del cambio d’ora si possono percepire anche sull’umore. Non è un caso, infatti, che i fenomeni depressivi siano più diffusi nei paesi nordici dove i mesi con scarsità di ore di luce sono maggiori.

Quali rimedi utilizzare allora per ovviare a questi effetti?
Cibi e integratori a base di ferro! Elemento indispensabile al nostro organismo per evitare stanchezza e affaticamento, è un ottimo alleato per affrontare con più energia l’autunno e i mesi con poca luce. Non dimentichiamo di associarne l’assunzione con la vitamina C, che ne favorisce l’assimilazione. Quindi approfittiamo della stagione, per fare il pieno di frutta e verdura che è ricca di questa vitamina: kiwi, agrumi, broccoli, cavoli, cavolfiori.. e anche i capelli saranno più forti e luminosi!

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00