Come riparare i capelli rovinati

Cosa c’è di più brutto che vedere una bella donna con dei capelli rovinati? E non pensiamo che tutte le donne amano il fai da te. Molto spesso la colpa di una chioma rovinata è da addossare a noi parrucchieri, spesso per un mero ritorno economico, continuando a proporre servizi su servizi, in nome della moda.

Meglio altre vedute in materia. Troppi trattamenti infatti vanno a ledere la cuticola del capello e non solo, a volte pure la
corteccia, l’ideale è riuscire a operare con un unico trattamento chimico: il colore, la permanente o la schiaritura.

Se si procede con entrambi, ciò porta sicuramente a ledere il capello, con la resa di un capello disidratato, opaco e poco elastico. Meglio realizzare texture con giochi di colore che si uniscono donando più tridimensionalità; dove il chiaro e lo scuro si sfumano restituendo un effetto di spessore evitando il doppio processo chimico che avviene tra decolorazione e colore.

Quando tale tecnica non è possibile suggeriamo di inserire nel decolorante AH56. Un olio contenente cheratina e amminoacidi che mantiene i legami nella corteccia del capello evitando quindi un eccesso di disidratazione. In tal caso poi un bell’impacco del nostro Kit Cheratina AH55-56, il tutto messo sotto calore per aumentare l’apporto di sostanze con cheratina e cisteina, sali minerali, aloe, ecc..

Un consiglio sempre ben apprezzato dalle clienti è il nostro AH45 shampoo ricostruttore che mantiene sempre il capello lucido e cosmeticamente bello. Con i suoi amminoacidi e detergenti, in assenza di sodio laurete solfate mantengono più a lungo l’effetto del trattamento AH55-56.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00